Nokia 6700 classic Gold Edition

Oggi Vi presento un nuovo esempio di tecnologia legata a moda e design: in seguito al lancio dei vari modelli di cellulari Samsung firmati Giorgio Armani, anche Nokia annuncia l’arrivo di un telefonino “di lusso”: il Nokia 6700 classic Gold Edition.

“Per una vita’ piu’ brillante”: cosi’ il jingle legato a questo prodotto, il cui nome e’ facilmente comprensibile e balza subito all’occhio – una cover in acciaio con doratura a 18 carati! Anche le caratteristiche tecniche soddisfano: Bluetooth, fotocamera da 5 megapixel, scheda da 8GB, GPS e Nokia Maps pre-installati, wallpaper e sfondi personalizzati in tinta con il look prezioso.

Troppo prezioso per essere comprato? Assolutamente no: questo gioiellino che sara’ in vendita a partire dai primi mesi del 2010 ha un prezzo abbordabile – stimato intorno ai 370€. E per non rovinare la cover preziosa nel pacchetto troverete anche una elegante custodia in pelle, tipica dei modelli business di Nokia (come ad esempio l’E71).

Share

Published in: on dicembre 10, 2009 at 3:00 pm  Commenti (2)  
Tags: , , , ,

Biancheria a vista: e’ volgare?

Mi capita spesso girando in citta’ di vedere ragazze con biancheria in vista e pensare che io non mi sarei mai vestita in quel modo cosi’ come di notare un bel top sotto una giacca, anche quello con sembianze di intimo, quindi la domanda nasce spontanea: e’ volgare indossare biancheria a vista?

Partiamo subito da un presupposto: e’ assolutamente fuori discussione che qui si parli solo dei pezzi sopra di intimo. Indossare tanga o mutande piu’ o meno raffinate a vista dovrebbe essere evitato ad ogni costo – anche se volete mostrare la Vostra linea invidiabile con i nuovi jeans attillati o pensate che risulti sexy se si intravede in un vestito (non lo e’).

Il discorso cambia se si passa all’intimo da sopra, partiamo dai reggiseni. Ultimamente girando per negozi ho visto dei bellissimi reggiseni in fantasia Vichy (quadratini bianchi e azzurri o rossi), tartan o a fiorellini che trovo davvero carini. Se indossati con un golfino in cashemire che li fa intravedere leggermente o sotto un top di un colore che richiama il reggiseno, sono di buon gusto.

Si puo’ dire lo stesso delle canottiere: le piu’ fini in raso a spalla larga e scollatura tonda, oppure per donne piu’ giovani ed audaci con scollatura a V, sono dei perfetti sottogiacca – la seconda alternativa presuppone che si tenga la giacca addosso, quindi se non volete avere troppo caldo puntate su una giacca in tessuto leggero e con maniche a tre quarti. La giacca dovrebbe essere di colore neutro, di modo che si possa giocare con un colore piu’ acceso nel top di raso, da abbinare con una collana in perle e un orologio braccialetto o importante.

Se infine siete piu’ sportive, allora Vi consiglio i top intimi di Benetton o Intimissimi: in materiale piu’ caldo – filo di lana o ciniglia – donano un look piu’ casual e possono essere abbinati ad uno scaldacuore corto fino a sotto il seno – a me piaciono se grigio scuro e con un pizzetto nero sul seno.

Quindi la risposta e’: se con buon gusto, si, osate pure la Vostra biancheria a vista!

Published in: on novembre 25, 2009 at 8:15 pm  Commenti (1)  
Tags: , , ,

M.A.C. e la collezione Hello Kitty

In perfetto tema pink e colori fluo – tema dominante di questa primavera – ecco che la famosa casa cosmetica M.A.C. firma un accordo con Hello kitty, “l’icona beauty per eccellenza” come afferma il product manager di M.A.C. Balbier.

mac-hello-kittyQuali sono i segni predominanti di questa gattina trendy ma spiritosa al tempo stesso? In primo piano gli occhi: devono essere sottolineati da ombretti di colori accesi, come ad esempio turchese, viola, rosa e grigio. Per le ciglia poi ci sono mascara ultra volumizzanti – per uno vero sguardo da gatta! – e ricordate di curare anche le sopracciglia, riempiendole con una matita adatta ai Vostri colori.

Da non dimenticare le labbra, rosa o fucsia (disponibili in versione cremosa o brillantinato con spugnetta), il fard albicocca e le unghie curatissime a mo’ di artigli – pink o grigio.

Ma non e’ finita qui: nella stessa linea potete trovare astucci, portachiavi e last but not least creazioni di stilisti sulla scena internazionali quali Zac Posen e Ungaro!

I cosmetici della collezione Hello Kitty di M.A.C. possono essere acquistati presso il M.A.C. Store o nel punto vendita La Rinascente, entrambi a Milano, mentre le creazioni degli stilisti sono in vendita su EBay – il ricavato sara’ devoluto al Fashion Institute of Technology di New York.

Published in: on marzo 2, 2009 at 11:13 am  Commenti (6)  
Tags: , , , , ,

La “Tumbled Shimmy Tote” firmata Mulberry

Dopo la “Tattoo Hearth Collection” di Gucci, continuo a parlarVi di borse con questo bellissimo modello di Mulberry.

Come la borsa di Gucci, anche questa è in morbida pelle – non bianca, bensì color cipria – e può essere annoverata nella categoria di maxi bag. I dettagli in acciaio – gli anelli dei manici e la chiusura – cos’ come la forma a conchiglia la rendono ancora più preziosa. Per non parlare del particolare: la taghetta per il cane sempre in acciaio appesa ad un manico che può essere utilizzata anche come specchietto! E se siete stanche dei manici, non c’è problema: esattamente come la Tattoo Hearth Bag dispone di una morbida tracolla in pelle coordinata.

Il marchio Mulberry è uno dei miei preferiti in assoluto per le borse: fondato nel 1971 dall’inglese Roger Saul (con sole 500 sterline!), è caratterizzato dal logo ad albero di gelso – da cui prende proprio il nome. Le vaste collezioni di borse così come di accessori in pelle- ad esempio portafogli e portachiavi – hanno reso il marchio famoso a livello internazionale: in Italia è  conosciuto da un paio di anni e le sue borse sono disponibili presso il sito web Net-a-porter. Una delle collezioni in assoluto più conosciuta dello stilista è la Bayswater, collezione che si ispira al classimo modello Kelly.

Potete trovare delle bellissime immagini della Tumbled Shimmy Tote presso il sito web “The Shoppinguide”, blog molto interessante sulle nuove tendenze di moda e accessori firmati dalle più famose griffes.

Published in: on febbraio 28, 2009 at 6:47 pm  Commenti (1)  
Tags: , , , , ,

La clutch: un accessorio..o un must?

Con clutch si intende la borsetta semi rigida senza manici da tenere a mano, di forma solitamente rettangolare. Insomma si tratta della vecchia pochette rimodernata: tuttavia il vantaggio della clutch consiste nella grandezza, superiore rispetto al precendente modello, ma non ingombrante quanto una vera e propria borsa – e quindi adatta per una serata elegante!

Che tipo scegliere? In commercio se ne trovano di svariate: impreziosite con brillantini con chiusura rigida (occhio che non facciano troppo male, visto che le dovrete portare a mano tutta la serata!), in materiali ecologici – ad esempio in bambu’ -, classiche in pelle nera e chiusura a portafoglio cosi’ come con stampe colorate a fiori  e tessuti morbidi – giusto per l’arrivo della primavera.

Come abbinarla? Sicuramente con un vestito elegante stile red carpet: senza puntare ad abiti lunghi con strascichi (obiettivamente scomodi e raramente indossabili),  ma ad esempio con un vestito liscio con o senza maniche, scollo a V sul decollete’ e cintura alta in vita – perfetto se il colore della lcutch richiama quello della cintura.

Ma non solo: anche il semplice abbinamento jeans a sigaretta, maglietta bianca sciancrata e giacca in tono pastello (rosa, verde, azzurro sono i miei preferiti) e maniche a tre quarti fara’ risaltare la Vostra clutch, dando un tocco elegante al look casual.

Un ultimo consiglio: siccome la clutch mette in risalto le mani e l’avambraccio, curate la manicure e abbinate un bracciale rigido al polso stile schiava.

Published in: on febbraio 23, 2009 at 1:57 pm  Commenti (1)  
Tags: , , , , ,

Come si annoda il foulard?

Il foulard e’ un classico dell’abbigliamento invernale cosi’ come estivo: eh si, in inverno e’ utile per riparare la gola dal freddo e donare subito una aria chic, in estate per proteggersi il collo da correnti marine o temporali improvvisi.

Si differenzia dalla sciarpa in quanto molto piu’ corto – solitamente – e di materiale impalpabile, come ad esempio la seta. Sul mercato sono disponibli vari modelli: se optate per un modello davvero elegante, allora suggerisco di spendere un po’ e entrare da Burberry o da Hermes, che dispongono di collezioni colorate e modelli che durano tutta la vita.

E ora che lo avete comprato, come si annoda quindi il foulard? Io suggerisco 3 varianti:

  1. Texana: consiste nell’annodare il foulard davanti. Se volete mantenere l’originale stile country, abbinate una bella camicia a quadrettoni e i jeans! La consiglio anche a chi non e’ piu’ molto giovane.
  2. Sex & the City: annodato a lato, il foulard conferisce in questo caso una aria decisamente elegante e sostiuisce la classica collana girocollo. Da abbinare con un tailleur – gonna o pantaloni – capelli raccolti e orecchini di perle a lobo.
  3. Anni ’80: Se avete un folulard maxi size, allora fate un nodo molto morbido sul davanti e rimorsatelo nella giacca – il seno risultera’ otticamente perfetto! Optate per un foulard molto colorato su giacca nera.
Published in: on gennaio 14, 2009 at 3:33 pm  Commenti (2)  
Tags: , , , ,

La “Tatoo Hearth Collection” di Gucci

Domanda: cosa ci fa Rihanna su un cerchio in una pubblicita’ di Gucci? Semplice, e’ la nuova testimonial della campagna holiday di Gucci a favore dell’ Unicef. La cantante sponsorizza una borsa in pitone bianca con manici – disponibile anche con la tracolla – con un grande cuore rosso a strisce verdi che sembra quasi “tatuato” sulla borsa stessa (da qui la denominazione della borsa).

http://www.gucci.com/it/italian/it/cruise-09/unicef/#0-838139-197016ET77Z9026

Fonte: Sito ufficiale di Gucci

Morbida e classica – con un disegno originale e dei particolari dorati che la impreziosiscono – questa borsa rientra nella categoria delle maxi bag in stile “Neverfull” di Louis Vuitton, davvero capienti e molto comode per l’intera giornata, dalla mattina in ufficio all’aperitivo con amiche.

La collezione non si limita a questa borsa: potete infatti trovarne altre varianti – piu’ piccole in versione  pochette o sottobraccio – cosi’ come anche scarpe, foulard, portafogli, gioielli e candele tutte con lo stesso logo.

Comprando un articolo della Tatoo Hearth Collection contribuirete inoltre al sostegno della campagna Unicef per i bambini affetti da hiv in Africa: il 25% della spesa sara’ infatti devoluto per questa causa. Quindi perche’ non concedersi questa bella borsa e al tempo stesso contribuire a una iniziativa solidale? Ma affrettatevi: l’iniziativa e’ valida solo fino al 31 gennaio!

Published in: on gennaio 13, 2009 at 2:22 pm  Lascia un commento  
Tags: , , ,

Come si abbinano i leggings?

Quelli che erano i vecchi e fuorimoda fuseaux al ginocchio si trovano orami ovunque in diverse e coloratissime varianti: stiamo parlanti dei leggings. Ma come si abbinano esattamente questi “pantacollant” aderenti?

La prima variante – a mio parere anche la migliore e piu’ di moda – consiste nell’indossarli con un mini dress, magari con fantasia a fiori molto romantica, scollo a V se avete un bel decollete tonico e abbronzato da mostrare o a barchetta se volete al contrario riempire un seno piccolo e una cintura in vita. Le cinture migliori sono quelle in pelle alte oppure con ciondoli pendenti.Se invece preferite un modello piu’ classico da indossare anche in ufficio, allora meglio una camicia lunga bianca o azzurra con collo alla coreana – H&M ha dei bellissimi modelli molto eleganti, a costine sul petto.

Se invece siete molto giovani e volete un look piu’ alternativo, scegliete un paio di leggings sbarazzini con pizzo subito sotto il ginocchio – Philippe Matignon, marca che potete trovare anche nei punti vendita Golden Point, offre dei modelli molto ricercati – e abbinateli con minigonna e maglietta sportiva a mezze maniche o manica lunga, ad esempio una Lacoste colorata.

Infine per quanto riguarda le scarpe, consiglio un bel paio di stivali in pelle: a seconda del vostro gusto potete sceglierne un paio alla cavallerizza aderenti al ginocchio e senza tacco oppure uno sempre al ginocchio, ma piu’ morbido con tacco non stiletto e punta tonda – perfetti in nuances cammello. E se siete delle inguaribili romantiche (e avete dei polpacci ben modellati dallo sport) allora potete anche osare un paio di decollete con stiletto e punta che regalano una aria decisamente maliziosa!

Published in: on novembre 10, 2008 at 4:28 pm  Lascia un commento  
Tags: , , ,

Stole, sciarpe & co

Mi è capitato molto spesso di imbattermi in commenti di ragazze che chiedono “ma come si usa una stola?” oppure “cosa è esattamente, una sciarpa?”, quindi direi che è necessario fare un po’ di chiarezza su questo tema!

Un modello classico..

Un modello classico..

Avete presente quella sorta di sciarpetta che indossano di solito i religiosi? Ecco, quella è una stola e trae le proprie origini proprio dal paramento liturgico. Tuttavia non fatevi strane impressioni: oggigiorno è uno degli accessori decisamente più in per una occasione elegante. Potete trovare vari tipi di stole in commercio: in variante invernale di pelli di animali (molto rinomata ad esempio è quella di volpe), in estate in tessuti impampabili e leggeri, per tutto l’anno in versioni bicolori molto glamour. Si indossa lasciandola ricadere morbida sulle spalle – per questo deve essere abbastanza lunga – e coprire la schiena dando un tocco malizioso – durante un matrimonio potete ad esempio indossarla sopra un abito scollato, per coprirVi durante la cerimonia senza rinunciare all’abito per il post cerimonia!

Si può usare anche per coprire il seno, ma attenzione: MAI utilizzarla come sciarpa! In quel caso, meglio utilizzare una vera sciarpa o un foulard – ce ne sono in commercio di bellissimi, dai più eleganti con logo (Burberry, Gucci) a quelli più sbarazzini come modelli leopardati. In entrambi i casi, basta annodare il foulard al collo senza stringere troppo, farà lo stesso effetto di una collana girocollo.

..e uno più sbarazzino!

..e uno più sbarazzino!

Infine se trovate che la stola sia un indumento decisamente troppo elegante e che utlizzate molto di rado, Vi consiglio di optare per uno scaldacuore, nel lessico comune coprispalle: disponibile in vari tessuti a seconda della stagione e nei più svariati colori, lo scaldacuore si lega con un nodino al seno ed è perfetto sia per esaltare forme femmnili sia per regalare rotondità a seni più piccoli. Perfetta la variante con la manica a tre quarti: è molto chic e si può abbinare ad un bracciale a maglia larga d’oro o d’argento.

Published in: on ottobre 27, 2008 at 9:07 pm  Lascia un commento  
Tags: , ,
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.