Stivali, la seconda calza!

Care lettrici, scusatemi per il ritardo nello scrivere un nuovo articolo e soprattutto grazie il Vostro interesse nei confronti del mio blog, spero continuerete a seguirmi con lo stesso entusiasmo! Oggi parlo di stivali: cosa c’e’ di piu’ bello e sensuale in inverno di un paio di stivali? Nulla, anche perche’ si tratta di un capo che sta bene su gonne e pantaloni, su ragazze rotondette o magre..basta come sempre scegliere il modello giusto;)

Ecco qui vari modelli e le loro caratteristiche per risultare al top! Anzittutto, modello assolutamente fashion questo inverno, ci sono gli stivali alla cavallerizza: sono il classico modello basso che arriva subito sotto il ginocchio, punta tonda e con tacco basso. Questa e’ la descrizione base, ma sulle passerelle ci sono interessanti alternative! Al posto della tinta unita, scegliete un modello bicolore, ad esempio nero con la fascia superiore marrone: e’ molto chic e in ufficio e risulta elegante anche sotto gonne. Anche un paio di fibbie possono impreziosire il capo, ma occhio a non cadere nello stile anfibi! Un alternativa se siete giovani consiste in un paio colorato e di pelle leggermente piu’ morbida, che forma flussuose pieghe sul polpaccio (da evitare se i polpacci sono grossi e poco tonici). Da abbinare con una gonna al ginocchio o poco sopra, perfetta e maliziosa se a pieghe.

Sono ritornati di moda anche gli stivali alti, per intenderci quelli alla Catwoman. In questo caso l’importante e’ non cadere nel volgare: io personalmente eviterei di indossarli con una gonna (visto che spesso questo modello presenta tacchi alti), ma se proprio non volete rinunciarci, allora abbinateli con un paio di leggings e un mini dress, di voile per una serata particolare o di lana o maglia con collo alto e mezze maniche per uscire a fare shopping. Se siete romantiche, optate per il vecchio modello a calza – che e’ tuttora attuale: al top se scamosciati e in nuance beige.

Infine, molto eleganti e sbarazzini sono gli stivaletti alla caviglia, cioe’ i classici stivaletti alla PeterPan, bassi e allargati sulla caviglia. Bata ha proposto sia l’anno scorso sia quest’anno dei modelli veramente carini in pelle scamosciata e in toni neutri (cammello, nero, grigio chiaro, marrone). Si abbinano con dei pantaloni molto aderenti per uno stile rocker e con una gonna svolazzante per un look eterna sognatrice. Da evitare se non siete in forma, perche’ essendo cosi’ bassi e senza tacchi rischiano di accenture i difetti.

Ora che sapete tutto, non Vi resta altro che cercare il Vostro modello preferito..e non esitate a chiedermi informazioni piu’ dettagliate se volete un consiglio personalizzato!

Published in: on novembre 18, 2008 at 5:06 pm  Lascia un commento  
Tags: , , ,

Un evergreen: il tubino

Per prima cosa, lasciatemi sfatare il mito che il tubino e’ un abito di per se’ troppo elegante, da usare solo in occasioni particolari. Chi ancora la pensa cosi’, e’ davvero old fashion. La sua peculiarita’ consiste nel fatto che a seconda di come lo portate e con quali accessori, si puo’ trasformare da sbarazzino a seducente.

Quando si parla di tubino si intende un vestito aderente solitamente al ginocchio e senza maniche; solitamente ha la classica scollatura a barchetta. Oggigiorno e’ disponibile in vari colori: dal classico nero, ai colori fluo shocking e persino a disegni floreali – ad esempio con una fantasia broccato. E’ un ottimo vestito sia d’inverno, stagione in cui si possono preferire modelli di lana cotta o panno, cosi’ come in estate – modelli qui piu’ corti, in tela e in tinte chiare.

Come scegliere dunque quello giusto? Eccovi qui una paio di consigli pratici per le varie occasioni:

  • In ufficio: in questo caso meglio usare un modello classico – nero, marrone, sale e pepe o pie de pouls – con scollatura¬† piu’ tendete al quadrato. In questo modo potete indossare sotto una camicia o un dolcevita, che smorza l’abito senza renderlo scontato. Perfetto da abbinare con stivali bassi di pelle alla cavallerizza!
  • Per il cocktail: qui bisogna giocare d’astuzia per rendere il capo originale. Perfetti i modelli colorati, con cinturina che cinge la vita o subito sotto il seno. Gli accessori giusti? Dipende: per un look anni ’50, perfetto fulard annodato al collo, magari stile animalier e una linea marcata di kajal nero sugli occhi. Per un look giovane, un bel paio di decollete colorate o con disegni geometrici (ad esempio, pois o vichy). Infine per un look trendy, una colanna etnica o una bella fusciacca colorata, magari di raso, in vita.
  • Alla cena di gala: per apparire super chic, si puo’ optare per un modello di taffeta grigio perla (occhio che questo colore ingrassa, da non usare se si e’ parecchio formose), beige o nero. Da abbinare con una stola a tinta unita o bicolore, cosi’ come con un pellicciotto con chiusura a fermaglio. Di rigore la clutch in tinta con la stola e scarpe aperte con tacco a stiletto in tinta con l’abito.

E ricordateVi: questo e’ un abito da comprare una volta e tenere per sempre nel guardaroba, un cosiddetto “must”, quindi non badate a spese durante l’acquisto e optate peri l modello che piu’ esalta il Vostro fisico!

Published in: on ottobre 24, 2008 at 10:15 am  Lascia un commento  
Tags: , , , , ,